• 0645435098
  • Lun - Ven 09:00-18:00

Come scegliere la porta blindata ideale con 3 semplici passi

Didesiree

Come scegliere la porta blindata ideale con 3 semplici passi

Sentirsi protetti in casa propria è la prima necessità di ogni famiglia, per questo in molti scelgono di comprare una porta blindata. In vendita ne esistono di svariate tipologie e modelli con caratteristiche specifiche e quali di queste sono perfette per la tua casa? In questo articolo ti suggerisco 3 semplici passi per valutare l’acquisto di una porta blindata per casa tua.

Prima di entrare dallo specifico però è meglio partire dal principio:

Come si riconosce una porta blindata?

É una porta di ingresso utilizzata per abitazioni, negozi e altre attività ed è la prima difesa contro possibili effrazioni. Tieni a mente che esistono sei classi (classi anti effrazione), quindi la scelta della porta adatta cambierà in base alla classe più adatta a te. Ogni classe prevede dei materiali, delle lavorazioni e delle progettazioni differenti e garantisce quindi una resa in sicurezza diversa.

Ora possiamo entrare nel vivo, ecco come scegliere la porta blindata con 3 semplici passi!

1 – Controlla l’elenco degli elementi che costituiscono una porta blindata

Quando si deve scegliere una porta blindata, è fondamentale prendere in esame alcuni aspetti. La prima cosa da considerare è l’elenco degli elementi costitutivi. Ecco i principali:

  • telaio
  • controtelaio
  • zanche con incasso a muro
  • sistema di coibentazione termoacustica (quando presente)
  • longarone rinforzato
  • serratura dotata di sistema di sicurezza
  • doppia guarnizione di battitura
  • aste di chiusura
  • montanti rinforzati

Nello specifico, il livello di sicurezza è garantito dalla serratura con cilindro, dalle lamiere in acciaio, oltre che dalle zanche incassate a muro e dai montanti rinforzati.

2 – Seguire l’installazione

Oltre a scegliere il modello di porta blindata che più ti piace è importante valutare tutti i passaggi dell’installazione. La prima e fondamentale azione da fare è quella di fissare al muro la porta, così da ottenere un blocco unico. Facendo questo i normali sistemi di scasso risultano inutili contro le spesse zanne di acciaio incassate nel muro.

É importante per questo conoscere la composizione della parete. Alcune volte è necessario applicare una rete metallica elettrosaldata a cui il contro telaio della porta viene fissato. Per fare questo però sono necessari interventi sull’intonaco e necessita il lavoro di esperti professionisti del settore.

3 – Scegliere la giusta classe di sicurezza

Non tutte le porte blindate sono uguali e non tutte sono adatte per proteggere la tua casa. Le classi di sicurezza attualmente si dividono in 6 livelli e vanno dal più basso (una porta che resiste ad un’opera di scassinatore che utilizza solo la forza fisica) fino al livello 6 (porte che resistono attrezzi altamente distruttivi). Per una abitazione è consigliabile una porta classe 3, resistente all’azione di cacciavite e piede di porco. Se abiti all’interno di un condomino va bene anche una classe 2.

Scegli la sicurezza, ristruttura il tuo appartamento e rendilo a prova di effrazione! Contattaci subito per un preventivo gratuito

Info sull'autore

desiree administrator

Per pubblicare un commento, devi accedere