• 0645435098
  • Lun - Ven 09:00-18:00

Archivio degli autori desiree

Didesiree

5 errori da evitare quando si ristruttura il bagno

Ristrutturare il bagno non è facile. Ce lo dimostra la signora Pina che ci ha contattato qualche giorno fa. Si è affidata a scelte sbagliate e ora si ritrova non solo a dover ristrutturare completamente il suo bagno ( un lavoro che ha già ampiamente pagato ), ma addirittura l’appartamento dell’inquilino del piano di sotto che ha subito infiltrazioni.

Prendendo spunto da questa sfortunata vicenda ho deciso di scrivere questo articolo, in modo da darti validi consigli per affrontare la ristrutturazione del tuo bagno ed evitare errori che potrebbero portare a danni di migliaia di euro.

Ristrutturare il bagno: i 5 errori da evitare assolutamente

Un bagno solitamente non rappresenta il locale più grande della casa, eppure nasconde diverse insidie. Qui puoi trovare una lista di azioni da evitare per concludere al meglio la ristrutturazione e non rischiare sgradevoli sorprese. Potrebbero sembrare semplici distrazioni… che si riveleranno estremamente difficili da risolvere.

1-Perdere la retta via.

Capita molto spesso di voler iniziare una ristrutturazione senza avere un’idea ben precisa di cosa fare e di quali particolari tener di conto. Quindi la prima cosa che viene fatta di solito è richiedere vari preventivi su cui basare tutte le possibili riflessioni, concentrando particolare attenzione sul prezzo.

Questo è decisamente il primo errore. Effettivamente il prezzo è una parte importante del preventivo, ma non è su quello che devi basare la tua decisione. Molto probabilmente ditte diverse offrono servizi diversi per la medesima ristrutturazione, quindi magari a parità di prezzo la ditta A comprende tutte le rifiniture più la fornitura di mattonelle e materiali vari, mentre la ditta B non lo prevede.

Consiglio: leggi oltre il prezzo tutte le voci del preventivo e confrontalo con gli altri per scegliere così l’offerta migliore per te.

2-Scegliere singoli artigiani

Come dicevamo ristrutturare non è semplice, immagina come potrebbe essere ristrutturare il bagno con una “squadra” di professionisti che non si conoscono e non hanno mai lavorato insieme. Un disastro. In più chi detta i tempi e le scadenze del lavoro se ogni artigiano che hai scelto per l’intervento lavora come singolo? Come gestiscono il lavoro?

Consiglio: scegli per il lavoro una squadra esperta, una ditta certificata, professionale e preparata.

3-Acquistare online o da show room diversi

Acquistare online molto spesso è la soluzione, ma non in questo caso. Il gioco non vale la candela. Effettivamente è possibile risparmiare comprando i pezzi per il tuo nuovo bagno online, ma questa pratica presenta una serie di inconvenienti non da poco. Facciamo un esempio: mettiamo il caso che hai trovato il box doccia perfetto per il tuo bagno ristrutturato. Cosa succede se la consegna per qualsiasi motivo avviene quando la ditta ha già fatto la chiusura cantiere? La risposta è semplice, sei costretto a richiedere un secondo intervento per montare il pezzo (se vuoi un lavoro ad hoc) oppure provi a montarlo da solo rischiando di fare un lavoro non perfetto e funzionale.

Comprare online conviene in questi casi? Non molto, come anche comprare da show room differenti. Spostarsi per show room lontani tra loro e guardare vari pezzi e modelli potrebbe rivelarsi per te una perdita di energie e tempo.

Consiglio: Di concentra le energie sulla ristrutturazione e sulla scelta di tutti i materiali da un singolo show room così da avere meno interlocutori con cui avere a che fare.

 

4-Compare materiali a bassissimo costo o scegliere annunci incredibili

Spesso e volentieri è possibile trovare materiali a prezzi bassi e ad una prima occhiata sembrano perfetti, ma che però presentano molti inconvenienti. Ad esempio comprare le mattonelle a prezzi stracciati potrebbe creare non pochi fastidi a chi dovrà poi montarle. Infatti questi materiali presentano solitamente imperfezioni difficilmente individuabili da un occhio non allenato, che però rappresentano difficoltà enormi per un professionista.

Lo stesso possiamo dire delle offerte incredibili a prezzo stracciato. Ad esempio una ditta ti fa un preventivo a prezzo bassissimo per ristrutturare il tuo bagno. Beh risparmiare fa piacere a tutti, ma analizzando bene quel prezzo tra manodopera, materiali ed altre voci del preventivo potrebbe essere decisamente troppo stracciato. Un lavoro di qualità, per quanto conveniente, non potrà mai avere prezzi spropositatamente bassi.

Il rischio in entrambi i casi è quello di scegliere la convenienza a discapito della qualità, così facendo però il tuo bagno potrebbe aver bisogno di una nuova ristrutturazione molto prima di quanto credi.

Consiglio: Tieni conto che risparmiare piace a tutti, ma non a costo della qualità!

5 – Non avvisare il condominio o i vicini

Se abiti in un condominio è importantissimo avvisare l’amministratore della tua intenzione di ristrutturare il bagno, così facendo tutti i condomini verranno aggiornati e questo ti eviterà battibecchi e discussioni.  Di solito è buona norma preparare un foglio da appendere all’entrata con riportate:

  • la data di inizio e presumibilmente di fine dei lavori
  • il tuo numero dove puoi essere contattato e quello del referente della ditta di ristrutturazioni
  • le scuse per il disagio

Il foglio è bene appenderlo 10 giorni prima dell’inizio lavori così da permettere a tutti di prenderne visione.

Consiglio: Avvisa i tuoi vicini e i condomini per evitare discussioni per il rumore.

 

Le difficoltà ci sono, ma non lasciarti scoraggiare. Ristrutturare il bagno è sempre un buon modo per cambiare aspetto alla casa e magari concedersi qualche comodità in più. Il segreto è affidarsi a ditte esperte del settore che sappiano guidarti, consigliarti e soprattutto consegnarti un lavoro finito ad opera d’arte. Contattaci subito per la ristrutturazione del tuo bagno, metteremo a tua disposizione tutta la nostra professionalità ed esperienza.

Didesiree

I colori di tendenza per l’arredamento del 2018

Vogliamo iniziare il nostro blog con un argomento importantissimo che spesso viene sottovalutato: il colore perfetto e di tendenza per la tua abitazione.

I colori di tendenza per il prossimo anno

Siamo molto vicini al 2018 e con lui arriveranno nuove tendenze e mode, come ad esempio il colore predominante per l’arredamento. É importante considerare per prima cosa che i colori riescono ad influenzare la nostra vita; un rosso molto acceso, infatti, non ci regala le stesse sensazioni di un profondo blu e lo stesso possiamo dire di un giallo vibrante contro un verde rilassante. Per questo è importante non sottovalutare la scelta delle tonalità della casa.

Il colore per eccellenza

Ancora non sappiamo quale sarà il colore principe nelle tendenze di arredamento dell’anno che deve arrivare. Infatti Pantone, massima autorità nel settore, ha diffuso per adesso una serie di varie palette con un gioco cromatico “caldo-freddo”.

I colori di tendenza per la camera da notte 2018

Ritorno a sorpresa per la carta da parati in combinazione con tinte pastello tendenzialmente in toni scuri. Questo è il comandamento per la zona notte per quanto riguarda il 2018.  Il tutto da abbinarsi con un design minimal ed industriale che mantiene parte delle tendenze 2017.

Il soggiorno ideale nel 2018

Il soggiorno è la parte più viva della casa, il luogo dove vengono accolti gli ospiti, per questo merita un trattamento speciale. Nel 2018 il living seguirà le tendenze dal blue navy, passando per il bordeaux e le sfumature più intense del verde per poi finire con il violaLa particolarità del 2018 è quindi un richiamo a tinte più scure e per non rendere troppo cupo l’ambiente è consigliabile giocare con pareti bianche in contrasto o scegliere cuscini e arredi come punti luce.

Arredo bagno 2018

Per finire dedichiamoci al bagno, dove la scelta si divide in un bivio. Infatti per le tendenze di arredamento 2018 il bagno può essere identificato come “il linea con il design della casa” o come stanza “slegata”.

Nel primo caso quindi è preferibile seguire il filone delle tinte scure usando un antracite con finiture lucide dei sanitari come punti luce, mentre nel secondo caso è possibile dare luce con tinte chiare come un verde o un azzurro abbinati a finiture opache.

 

Il 2018 ci porterà ancora tante novità, tendenze ed innovazioni, ma certamente da quello che possiamo vedere è che si mantiene il gusto per il minimal e per lo stile industriale, capace però di rendere accogliente il tuo appartamento e di stupire i tuoi ospiti.

 

Vuoi ristrutturare e tinteggiare il tuo appartamento? Contattaci subito per un preventivo gratuito!